Difensori della libertà

Le fattorie dell’imprenditore e inventore agricolo Yura sono bruciate durante il bombardamento dell’aeroporto di Hostomel. Ora cuce abiti per i militari

Prima del 24 febbraio, Yura stava lavorando allo sviluppo di un’innovativa agricoltura verticale. Sognava di far crescere frutta e verdura biologica anche in Antartide o su Marte. Aveva dedicato due anni alle fattorie bruciate dai bombardamenti russi. Dopo aver perso il lavoro di una vita, non si è arreso e ha avviato un negozio di cucito pochi giorni dopo.

“Molti dei miei amici militari dicevano di non avere giubbotti antiproiettile. Con un amico abbiamo imparato a cucirli secondo gli standard della NATO, abbiamo trovato dei fornitori e abbiamo messo insieme una squadra. La mia amica lavorava in un atelier di abiti da sposa e ora supervisiona le operazioni. Io mi occupo della logistica e della raccolta fondi. Ora siamo in 38 nel team”, racconta Yura. In un giorno, il team riesce a cucire cento giubbotti antiproiettile e cinquanta capi di abbigliamento.

Esplora di più